Non va come spera Avellino il match valevole per i quarti di finale di Coppa Italia contro la Happy Casa Brindisi. La Sidigas lotta fino agli ultimissimi istanti di una partita molto intensa, ma si vede costretta a cedere ai pugliesi per 92-95.

Questo il commento post-partita di coach Nenad Vucinic:

"Complimenti a Brindisi per la vittoria, noi siamo chiaramente dispiaciuti e amareggiati per com'è andata: abbiamo giocato bene ma adesso purtroppo l'unica cosa che possiamo fare è pensare al campionato.

Abbiamo avuto un avvio di partita lento, facendo tuttavia bene dal punto di vista offensivo ma con qualche disattenzione di troppo in difesa. Le palle perse hanno rappresentato sicuramente un problema, specialmente nel primo quarto, dove abbiamo concesso tanti contropiedi ad una squadra di transizione com'è Brindisi. Abbiamo perso la concentrazione: eravamo in vantaggio di 16 punti e dobbiamo imparare a gestire momenti come questi mantenendo la calma. L'ultimo possesso di Sykes? Sono convinto che sia stato giusto farlo gestire a lui. Il suo ritmo partita è stato interrotto dal quarto fallo commesso, che lo ha costretto a stare seduto in panchina per troppi minuti in un momento in cui era in palla.

Nonostante tutto, abbiamo mostrato di essere una buona squadra e ci sono degli aspetti positivi da tenere in considerazione, su cui adesso non riusciamo a concentrarci a causa della delusione: come ad esempio alle performance di Harper e Filloy, che sono incoraggianti e ci fanno ben sperare per il futuro".